Vinci tutte le partite di poker !

01 novembre 2012

FullTilt lancia i tornei multi-entrata

17 gennaio 2011

FullTilt è sicuramente una delle più innovative poker room online del mondo. Dopo aver portato nel mercato del poker online delle innovazioni come il rush poker, i tornei Cashout, e i tavoli “Matrix” Sit and Go, ora FullTilt ha lanciato i tornei multi-entry.
I tornei multi-entrata, chiamati anche MTT, permettono ai giocatori di entrare nello stesso torneo più volte – sia allo stesso tempo, sia ad un altro momento della partita. Un giocatore può acquistare fino a 16 entrate per un unico torneo. Tuttavia, esistono anche delle regole che impediscono ad un giocatore di giocare contro se stesso, ossia di occupare due posti allo stesso tavolo. Ad esempio, se il torneo in corso di svolgimento ha soltanto due tavoli e il giocatore ha 3 entrate, i suoi gettoni saranno spartiti sui due tavoli di gioco. Qualsiasi torneo MTT avrà un numero massimo di entrate per giocatore, che può variare a seconda dell’evento. Se alla fine di un torneo, un giocatore dispone ancora di un certo numero di entrate, allora lui sarà obbligato di fonderle in un unico stack.

Il sistema che sta alla base dei MTT è dotato di misure per la prevenzione dei rischi di collusione tra i giocatori. L’idea che sta dietro questo tipo di tornei è di ridurre la variazione, aumentare il divertimento, testare varie strategie di gioco durante una stessa partita.
I tornei MTT sono disponibili anche per la versione Rush Poker dei tornei, fondendo le due novità in un unico evento.

2010: le tendenze più importanti del mondo pokeristico

03 gennaio 2011

Ecco le cinque più importanti tendenze che hanno segnato l’anno pokeristico 2010:

1. A dominare la scena internazionale di poker sono i giovani: è una tendenza che viene confermata anche nel 2010. L’anno scorso è partito in forza, con la vincita del torneo PokerStars Carribean Adventure da un giocatore molto giovane, il 19enne Harrison Gimbel. A Novembre, il trofeo del più grande torneo di poker del mondo, le WSOP, è stato vinto dal player canadese Jonathan Duhamel, in età di soli 22 anni.
Ora più che mai, dei giocatori molto giovani, spesso nati dalle poker room online, dominano i field delle più importanti competizioni del poker.

2. L’introduzione del Rush poker è la più importante innovazione tecnologica dell’anno. Lanciata da Full Tilt, l’applicazione permette ai giocatori di svolgere le partite di gioco in un ritmo accelerato.
Altri operatori, come Bwin, hanno iniziato a trarre profitto dall’uso delle reti sociali. Ma del resto, l’industria del poker continua a basarsi principalmente su promozioni classiche.

3. Il calo globale della frequentazione è una tendenza che si fa sempre più presente.
Il 26 gennaio 2010, nelle poker room c’erano in media 82.655 giocatori. 12 mesi più tardi, cioè il 20 Dicembre 2010, c’erano in media 70,377 giocatori. Tra le cause possibili sono la legalizzazione di certi mercati, come quello francese e quello italiano. La tassazione ha allontanato i giocatori dalle poker room, rendendo il gioco meno redditizio.

4. L’acquisizione di Everest da parte di Betclic ha segnato il deal più importante dell’anno. Nel 2010, l’operatore di scommesse ha inoltre acquistato i marchi Expect e Bet-at-Home.

5. Ancora niente poker online per i giocatori degli Stati Uniti. Nonostante la diffusione di numerosi progetti a livello regionale e federale, la legalizzazione del poker online negli Stati Uniti continua a riscontrare resistenza.

L’anno appena iniziato si prospetta favorevole al poker online. Forse gli sforzi in vista della legalizzazione del poker online negli Stati Uniti riusciranno a raggiungere un fine favorevole, portando all’apertura del più grande mercato pokeristico del mondo.

EPT Praga: vince il gallese Romanello

20 dicembre 2010

La settimana scorsa è stata segnata dalla conclusione dell’ultima tappa European Poker Tour (EPT), svoltasi a Praga. Il vincitore si chiama Roberto Romanello ed è di origine gallese.
Roberto Romanello si è impossessato del trofeo, dopo aver eliminato tutti i suoi avversari e trionfato su di Emilliano Bono. Quest’ultimo, giocatore di origine italiana con un ottimo percorso durante l’EPT di Praga, ha dovuto accontentarsi del secondo gradino del podio.
Oltre al trofeo, Romanello si porterà a casa un assegno di 640.000 euro, che segna la vincita più alta della sua carriera di giocatore live. Adesso, le sue vincite da tornei live ammontano  a oltre 1.5 milioni di dollari.
Da notare anche la performance della legenda italiana Luca Pagano, finito in 17ma posizione e detentore del record per il numero di posti pagati nei tornei EPT.
La tappa praghese del circuito di poker si è guadagnata una solida reputazione fra i giocatori, perciò, ogni anno, più di 500 partecipanti si contendono il trofeo e il premio corrispondente. Il Main Event della più recente edizione EPT ha registrato 563 iscritti, da 47 paesi, i quali hanno generato un prize pool di 2 730 550 euro. Alla fine, 80 giocatori sono arrivati ai premi.
EPT Prague 2010 – i risultati:
1. Roberto Romanello (Galles) – 640.000 €
2. Emiliano Bono (Italia) – 435.000 €
3. Marcin Horecki (Polonia) – 247.000 €
4. Peter Skripa (Russia) – 163.000 €
5. Marco Leonzio (Italia) – 130.000 €
6. Jan Bendik (Slovacchia) – 100.000 €
7. Manuel Bevand (Francia) – 71.000 €
8. Roberto Nulli (Italia) – 54.550 €
9. Kevin MacPhee (US) – 40.000 €
10. Mélanie Weisner (US) – 30.000 €

L’enigmatico Isildur1 firma con PokerStars

12 dicembre 2010

Isildur1, forse il più enigmatico ed entusiasmante giocatore di poker della storia del gioco, ha deciso di porre fino al suo anonimato: lui ha firmato un accordo con la più affollata poker room online del mondo, PokerStars. In seguito alla firma dell’accordo esclusivo con PokerStars, Isildur1 abbandonerà i tavoli di Full Til e rivelerà finalmente la sua identità.
Il giocatore di poker conosciuto come “Isildur1″ ha conseguito la fama sulla scena mondiale del poker nel 2009, quando è riuscito a imporsi in head’s up su di numerosi campioni. Giocatore di high-stakes, le sue performance comprendono una vincita di 5 milioni di dollari su Dwan. Ma Isildur1 ha collezionato anche qualche insuccesso, perdendo in un solo giorno 3 milioni di dollari a favore di Patrik Antonious e oltre 4 milioni a favore di Brian Hastings.
Diversi media hanno rivelato di conoscere la vera identità di Isildur1. Secondo un’opinione quasi unanime, Isildur1 sarebbe un giovane giocatore scandinavo di poker, di nome Viktor Bloom, che si è recentemente fatto notare nei circuiti live. Tuttavia, tale notizia non è stata finora confermata.
PokerStars ha assicurato che la vera identità di Isildur1 sarà rivelata fra poco, nell’ambito di una serie di tornei che si svolgeranno il prossimo gennaio.
Isildur1 ha commentato: “Ho scelto di firmare con PokerStars perché è la più grande poker room e credo che sarà una grande sfida emozionale. E’ importante per me giocare accanto a giocatori come Daniel Negreanu, Dario Minieri e Johnny Lodden”.

Nuove misure di sicurezza per le poker room

02 dicembre 2010

Le poker room online UB e Absolute Poker hanno adottato delle nuove misure di sicurezza. Entrambe le poker room, parte del network di poker Cereus, hanno deciso di rafforzare la sicurezza dei loro clienti attraverso l’introduzione di una serie di dispositivi di sicurezza.
I Token di sicurezza sono dei dispositivi fisici portatili che, una volta attivati, generano un password che consente ai giocatori di collegarsi alla poker room. Questo sistema è simile a quello utilizzato da alcune banche per le transazioni online. Il dispositivo di sicurezza è sincronizzato ai server di Cereus e genera un codice unico ogni volta che il giocatore si collega al sito.
Le poker room affermano che il token di sicurezza protegge l’account del giocatore “anche quando la sua password è stata compromessa”.
“Ci impegniamo a fare tutto il possibile per proteggere la nostra rete e i nostri clienti dalle frodi e vogliamo fornire tutti i mezzi per garantire la sicurezza dei giocatori, e particolarmente di quelli che hanno grandi somme di denaro nei propri account”, ha affermato il portavoce di UB.com, Joe Sebok.
Il token di sicurezza può essere acquistato per 6500 punti nel Negozio Punti di UB. Il giocatore riceverà il dispositivo per posta.
Parecchi problemi di sicurezza della rete di poker Cereus sono stati svelati lo scorso Maggio, quando un sito web di poker tracking ha scoperto le debolezze del loro sistema di crittografia dei dati. Cereus ha provveduto presto a risolvere il problema indicato, ma non senza pregiudizi alla propria reputazione.

Tra le poker room che già offrono dei token di sicurezza ai propri giocatori possiamo elencare Full Tilt e PokerStars.

PokerStars impone nuove restrizioni agli utenti cinesi

22 novembre 2010

La poker room online PokerStars ha introdotto una nuova misura di sicurezza che consiste nella limitazione del numero di giocatori cinesi ai propri tavoli virtuali. La misura impedisce a più di due giocatori cinesi di giocare simultaneamente allo stesso tavolo PokerStars.

L’iniziativa di PokerStars arriva come conseguenza dello scandalo nato intorno all’attività di collusione condotta da un gruppo organizzato di giocatori cinesi. Il gigante delle poker room online è stato costretto a pagare dei risarcimenti di oltre 2 milioni di dollari ai giocatori online che hanno subito danni indiretti causati dall’attività del gruppo cinese di malfattori.
PokerStars ha informato i suoi clienti della nuova regola di sicurezza attraverso e-mail. La poker room ha espresso la sua delusione nei confronti di questa misura, necessaria tuttavia al fine di conservare l’integrità del gioco.

La popolarità del poker in Cina è molto recente. I grandi casinò di Macao hanno introdotto il poker nella loro selezione di giochi solo un anno prima, in seguito allo svolgimento del primo Asian Pacific Poker Tour (AAPT). Le poker room online esclusivamente cinesi sono rari perché le autorità locali proibiscono l’attività dei business legati al gioco d’azzardo online nel Paese. Perciò, molto giocatori cinesi giocano nei siti di casinò e poker online degli operatori stranieri, come PokerStars.

Jonathan Duhamel vince il Main Event delle WSOP

10 novembre 2010

Jonathan Duhamel (23 anni) ha vinto il principale evento delle World Series of Poker 2010, diventando il primo giocatore Canadese a vincere il braccialetto in oro e diamanti. Lui ha guadagnato l’impressionante somma di 8.944.310.
Duhamel è originario di Quebec ed ha abbandonato gli studi per realizzare il suo sogno, quello di diventare giocatore professionista di poker. Duhamel non solo ha toccato il suo sogno professionale, ma è anche riuscito a iscrivere il suo nome nella storia del poker, come 41mo campione mondiale di poker.
Il campionato WSOP è iniziato lo scorso 5 Luglio, con una pausa di tre mesi fino al Main Event, che ha preso il via l’8 Novembre 2010. Duhamel ha iniziato la partita finale come chipleader, e ha saputo mantenere questo vantaggio per l’intera partita finale.
Nel testa a testa, Duhamel ha trionfato del suo avversario John Racener, dopo 90 minuti e 43 mani giocate.
Molti fan indicavano come favorito per la vittoria Michael Mizrachi, vincitore di due titolo WPT e 23 incassi WSOP. E nonostante un buon inizio, la fortuna di Mizrachi si è presto esaurita. Lui ha dovuto accontentarsi del quinto posto e di un ‘modesto’ premio di 2.3 miliardi di dollari.
Più fortunato di lui, il giocatore italiano Filippo Candio è riuscito a risalire fino al quarto posto della classifica e aggiudicarsi un premio di oltre 3
miliardi di dollari. Candio è il primo italiano di sempre a giocate il mitico Final Table delle WSOP.

Ecco la classifica finale dei November Nine:
Jonathan Duhamel – $8,944,310
John Racener – $5,545,945
Joseph Cheong – $4,130,049
Filippo Candio – $3,092,545
Michael Mizrachi – $2,332,992
John Dolan – $1,772,959
Jason Senti – $1,356,720
Matthew Jarvis – $1,045,743
Soi Nguyen – $811,823

Poker online: nuova alleanza Pokerstars – FoxSports

01 novembre 2010

Il colosso della televisione FOX e il gigante del poker online Pokerstars hanno annunciato di recente la conclusione di un accordo di collaborazione.
Secondo i termini dell’accordo, PokerStars fornirà a FoxSport dei giochi di poker in modalità per divertimento, disponibili nella sezione di gioco del sito web Fox Sports. Oltre a giochi gratis, il sito di FOX ospiterà informazioni utili sui tornei, e strategie per giocare a poker.
Questo accordo avrà un impatto notevole sulla diffusione della popolarità del poker, sopratutto in America. Fox Sports accoglie oltre 26 milioni di visitatori al mese, che potranno ormai giocare in modalità gratis ai tavoli verdi di PokerStars.
Il vicepresidente della divisione Giochi del canale televisivo Fox, Jim Bernard, si è dichiarato entusiasta dell’accordo raggiunto, che contribuirà alla promozione dell’aspetto divertente e non remunerativo del gioco di poker: “FOX Sports è contento per l’accordo raggiunto PokerStars.net. Gli entusiasti del poker sono tra i maggiori sostenitori e fan degli sport di oggi. Non vediamo l’ora di offrire l’esperienza del poker online ai nostri oltre 26 milioni di visitatori”.
Anche il Direttore di Marketing per l’America di Nord della PokerStars ha espresso la sua soddisfazione nei confronti della collaborazione con FOXSports, affermando: “FOXSports.com è uno dei più popolari siti web del mondo, con centinaia di contenuti informativi di sport e intrattenimento”.

Poker: le donne hanno ancora paura di giocare contro gli uomini

01 novembre 2010

In una recente intervista, la giocatrice di poker Maria Ho ha affermato che le donne hanno ancora paura di affrontare gli uomini ai tavoli verdi. La giocatrice 27enne sostiene che le donne sono spesso intimidite dai giocatori maschi a tal punto che non riescono nemmeno a imparare le regole di base del gioco.
All’inizio della sua carriera, anche Maria Ho ha dovuto affrontare questo problema: numerosi giocatori maschi hanno fatto pressioni su di lei e si sono rifiutati di prenderla sul serio. Nel corso della sua carriera, Maria Ho è riuscita a capire la dinamica di questo conflitto tra i sessi ed ha imparato ad affrontarlo. Tuttavia, sostiene lei, ci sono numerose donne che abbandonano il loro sogno, quello di diventare giocatrici di poker di alto livello, a causa delle varie esperienze negative con i giocatori maschi.
Perciò, Maria Ho ha confermato il suo sostegno riguardo alle donne che decidono di partecipare a dei tornei dedicati in esclusiva alle donne. “Non è niente di sbagliato nel fornire alle donne un’arena di gioco esclusiva per loro fino a quando sono abbastanza fiduciose a competere contro il resto della comunità del poker.
Maria Ho è nata in Taiwan però si è trasferita negli Stati Uniti insieme alla famiglia. Lei gioca a poker a partire dal 2002 e nel 2007 è finita al 38mo posto nelle World Series of Poker. Le sue vincite da tornei live ammontano a circa 400.000 dollari.